Isola Capo Rizzuto: Pullano, Loprete, Martinez (15’st Savoia), Cistaro (32’st Iannone), Astorino, Germinio, Artese, Mirabelli, Palmeri, Policastrese (18’st Zumpano), Di Micco. All. Marsala
Canicattì: Funari, Finocchio, Montano, Noto (1’st Sardone), Andolina, Nocera, Lalicata (40’st Pedalino), Inglima (36’st F. La Carubba), Coniglio, Bellomonte, Morreale.  All. Giordano
Arbitro: D’Urso di Salerno (Savino di Torre Annunziata e Camillo di Salerno)

Marcatori: 3’st Mirabelli, 46’st Palmeri

Note: Al 45’st espulso Finocchio per gioco scorretto.

 

ISOLA CAPO RIZZUTO. Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la giovane formazione Juniores della Polisportiva Isola Capo Rizzuto, impegnata nella fase nazionale del campionato regionale Juniores. Nonostante il 4-0 ottenuto in terra siciliana in casa del Canicattì, i giovani di mister Marsala ci tenevano a vincere per dimostrare di esserci ancora dopo le ormai note vicende giudiziarie legate alla Misericordia di Isola. E’ importante sottolineare che la parte sportiva non dovrebbe essere intaccata, resta la vittoria in Eccellenza come resta anche questo straordinario cammino Juniores ancora da terminare. La squadra andrà avanti finché lo deciderà il campo, nell’attesa che la giustizia faccia chiarezza e nella speranza che tutto possa concludersi nel migliore dei modi. Al Sant’Antonio si registra un’ottima partecipazione di pubblico che ha voluto ostentare amore incondizionato verso i colori giallorossi. La partita, come detto, inizia dallo 0-4 dell’andata firmato da una tripletta di Di Micco e dal gol di Aprigliano. Certo, mentalmente non è facile tornare in campo dopo tutto quello che è successo, la squadra è ancora scossa e nell’ambiente nessuno vuole crederci, all’inizio in campo si nota il distaccamento mentale dei ragazzi, è chiaro che la testa è altrove. Man mano, però, le cose cambiano e appena i giovani giallorossi entrano nel clima partita si fa dura per gli avversari. La prima azione pericolosa è degli ospiti, Coniglio sfiora il vantaggio dopo appena due minuti. L’Isola nel primo tempo pensa più che altro a controllare e va anche vicina al gol in due occasioni nel finale. Nella ripresa la squadra entra in campo con la cattiveria giusta e dopo appena due minuti Mirabelli ruba palla in mediana e confeziona una straordinaria azione con Policastrese che porta al vantaggio firmato dallo stesso numero 8. L’Isola a questo punto attacca e sfiora il gol in altre occasioni, nel finale brutto intervento di Finocchio ai danni di Di Micco, cartellino rosso per il difensore: Dagli sviluppi dello stesso calcio piazzato arriva il 2-0 firmato da Palmeri. Ai Quarti di Finale l’Isola se la vedrà con la vincente di Sangiovannese (Campania) e Castellaneta (Puglia), considerando la già certa eliminazione dello Sporting Matera.