MARCATORI: 12’pr e 24’pt D’Andrea, 2’st Cistaro, 26’st Libertini

TOR DI QUINTO: Neri, Papa, Scaglietta (24’st Paniconi), Meledandri, Mileto, Desideri, Acanfora (13’st Volponi), Consalvi, D’Andrea (39’st Caporali), Libertini, Fofi. All. Vergari

ISOLA CAPO RIZZUTO: Pullano, Palmeri, Savoia (28’pt Loprete), Cistaro (32’st Iannone), Astorino, Germinio, Artese, Caterisano C. (23’st Aprigliano), Mirabelli, Policastrese, Di Micco.  All. Marsala

ARBITRO: Lovison di Padova (Caputo e Bocca di Caserta)

 

ROMA. Esce sconfitta per 3-1 l’Isola Capo Rizzuto dal campo “Vittorio Testa” di Roma di fronte al cinque volte campione d’Italia Tor di Quinto. Una partita giocata alla pari tra due squadre forti e ben messe in campo che hanno dimostrato di meritare il traguardo raggiunto fino ad ora. L’Isola paga l’assenza dei due terzini titolari, gli spagnoli Martinez e Mendoza con l’attaccante Palmeri costretto a ricoprire un ruolo inedito. Al 12’ D’Andrea porta avanti i suoi con un perfetto colpo di testa sfruttando al meglio un calcio d’angolo battuto dal compagno di squadra. L’Isola non si abbatte e poco dopo sfiora il pareggio in due occasioni, prima Caterisano e poi Cistaro, bravo Neri ad opporsi. Nel miglior momento dei giallorossi i romani colpiscono ancora col centravanti D’Andrea che da pochi passi manda in rete un assist di Fofi. Nella ripresa l’Isola entra in campo più convinta, strigliata a dovere da mister Dario Marsala, e già dopo due minuti Cistaro colpisce dopo una grande giocata personale di Di Micco. Al 26’ il Tor di Quinto sorprende l’Isola in contropiede e cala il tris al termine di una bellissima azione finalizzata da Libertini. Finisce 3-1, mercoledì prossimo il ritorno a Isola.